Cos’è un Playgroup…e cosa sono i Tiddlywinks?

Un Playgroup è un gruppo di gioco e attività, per genitori e bambini. Un opportunità molto informale di socializzare, di giocare e divertirsi assieme, in un ambiente sano e tranquillo. Un’occasione per i bimbi più piccoli di incontrare altri bimbi. Ma anche un’occasione per i genitori di approfondire la conoscenza dei propri piccoli, attraverso la partecipazione ai giochi con altri  bimbi.

Gli incontri di un playgroup sono regolari, più volte alle settimana, senza vincoli di frequenza. Un incontro dura la media di 2 o 3 ore. L’incontro trascorre in un susseguirsi di gioco libero e proposte di attività organizzate, dai giochi di musica e movimento ad attività con materiali diversi (disegno, plastilina, collage), il momento per la merenda e spesso la lettura di una bella storia. Ogni playgroup sviluppa il proprio programma in modo unico.

Non ci sono figure di educatori o animatori professionali, quindi il genitore rimane sempre presente per tutto l’incontro.  L’incontro è importante anche  per gli  adulti, che possono scambiarsi idee e conoscenze, informazioni e consigli sull’esperienza con i propri figli … può essere anche un’occasione per alleviare l’isolamento che non di rado coglie i genitori al giorno d’oggi.

Poco noti in Italia, i playgroup sono frequentati in Gran Bretagna da più del 50% dei bimbi e vengono promossi e sostenuti da un ente preposto (la Pre-school Playgroups Association). Molto diffuso in tutto il mondo anglo-sassone e nei paesi bassi.

Il Playgroup assolutamente non è a scopo di lucro.  Qualsiasi piccolo costo sostenuto (ad esempio materiali per disegnare) viene diviso tra i genitori.  Un Playgroup e’ aperto a tutti, e quindi il costo e’ mantenuto al minimo possibile per escludere nessuno.

Tiddlywinks (conosciuto in Italiano come il gioco delle pulci) è nato in Inghilterra, inventato da Joseph Assheton Fincher nel 1889.  Il gioco ebbe un enorme successo negli anni 1890, diffondendosi rapidamente in Inghilterra e negli Stati Uniti.  Il gioco consiste nel far saltare un numero di gettoni colorati (”winks”)  all’interno di una scodellina, premendoli con decisione (e un’opportuna scelta dell’angolazione) usando una piccola paletta (”squidger”).

Interessante notare che nei tornei internazionali di Tiddlywinks, i gettoni usati sono esclusivamente quelli prodotti in Italia!

La parola Tiddly in inglese significa piccolo, e viene spesso usato dai bambini, oppure proprio per descrivere i bambini stessi.

tiddlywinks